Superumano: il futuro della posta elettronica o un enorme spreco di denaro?

Negli ultimi due mesi, ho utilizzato Superhuman , un client di posta elettronica solo su invito che i proprietari di startup della Silicon Valley giurano. Con una lista d’attesa lunga 250.000 utenti, il creatore di Superhuman Rahul Vohra lo pubblicizza come “Gmail, se fosse stato creato oggi, non dieci anni fa”.

Con l’elaborazione del linguaggio naturale incorporata e la promessa della “regola dei 100 ms”, che rende tutte le funzioni accessibili in una frazione di secondo, Superhuman ha sicuramente molto da offrire. Ma a $ 30 al mese per quella che è essenzialmente un’app basata su Gmail, solleva anche domande sul valore.

Ne vale la pena? È il futuro dell’email o solo un altro aspirante Gmail? E vale $ 360 all’anno? Scopriamolo.

Un processo di onboarding estremo

In questo momento, la domanda chiave con Superhuman non è se dovresti usarlo o meno: è se puoi o meno. Il client di posta elettronica è completo di funzionalità da anni ormai. Tuttavia, è ancora in una beta chiusa, solo su invito. Gli utenti esistenti possono inviare inviti ad altre persone interessate. Tuttavia, la base di utenti effettiva rimane piccola. Al momento, circa 20.000 persone sono su Superhuman. La lista d’attesa è oltre dieci volte più grande.

È molto un tipo di situazione “chi conosci”. Come ho ricevuto un invito? Sono il direttore dei contenuti presso un’agenzia di marketing digitale con sede a Los Angeles e lavoro con le persone nell’ecosistema di startup della Silicon Valley . Ho visto qualcuno usare Superhuman durante una chiamata Zoom e ho chiesto senza vergogna un invito.

Con una beta chiusa solo su invito, penseresti che ricevere un invito sia stata la parte difficile, giusto? Neanche vicino. Ottenere un invito sovrumano è solo il primo passo. Successivamente, c’è un intero, estenuante processo di onboarding, apparentemente progettato per vagliare le persone che non si adattano a un particolare profilo utente. Dovrai compilare un questionario sul flusso di lavoro, con i dettagli sul tuo ruolo lavorativo e su come utilizzi la posta elettronica.

Questo non è solo per il feedback degli utenti o anche per personalizzare l’esperienza di Superhuman per soddisfare le tue esigenze. Se non rientri nel profilo “giusto”, o se attualmente utilizzi la posta elettronica in modi non supportati da Superhuman (se hai una casella di posta unificata, ad esempio), questo è quanto puoi. Alcune di queste domande sono stranamente specifiche: dovrai dire a Superhuman se usi o meno un SSD e l’anno in cui il tuo PC è stato costruito, per esempio.

Il questionario è andato abbastanza bene per me: sono un decisore in un’azienda di medie dimensioni. Ricevo molte email. Ho un SSD (o tre) e no, non utilizzo una casella di posta unificata. Hai l’invito? Grande. Hai superato il test della persona speciale? Fantastico, ma non riesci ancora a usare Superhuman. Alla fine di tutto ciò, mi è stato inviato un invito per una chiamata di onboarding.

Dovrai prima effettuare una chiamata iniziale di 30 minuti tramite Calendly. Poiché il team di Superhuman ha sede in California, può essere difficile trovare una fascia oraria che funzioni. Dopo un sacco di chiacchiere avanti e indietro – che hanno comportato l’annullamento di una chiamata da parte di Superhuman perché siamo arrivati ​​con pochi minuti di ritardo, sono finalmente riuscito a ottenere uno slot gratuito – intorno alle 12:00 ora locale. A quel punto, ero esausto, incredibilmente infastidito, ma anche stranamente affascinato: che diavolo tipo di app ti fa saltare attraverso tutti questi ostacoli? Cosa potrebbe valere la pena affrontare tutto questo? Ho ricevuto la mia chiamata Zoom alle 12 del mattino con Nola * (nome cambiato) da Superhuman. E in circa cinque minuti le cose sono diventate più chiare.

È necessario un addestramento speciale: prendere confidenza con il modo di fare le cose di Superhuman

Si scopre che la chiamata di onboarding non era solo un altro passaggio superfluo di “esclusività”. Sebbene si colleghi a Gmail, Superhuman gestisce la posta elettronica in un modo fondamentalmente diverso. L’interfaccia potrebbe sembrare abbastanza simile a prima vista, ma ci sono grandi differenze nel modo in cui Superhuman “fa” le cose.

Come ha spiegato Nola, l’idea chiave alla base di Superhuman è quella di colpire ciò che a loro piace chiamare “posta in arrivo zero”, quando non sono rimaste email in sospeso e non presidiate. Tutto sull’interfaccia di Superhuman è progettato per portarti a “posta in arrivo zero” il più rapidamente possibile.

Scorciatoie e altro: massimizzare l’efficienza

Uno dei modi in cui lo fanno è enfatizzando le scorciatoie da tastiera. Le scorciatoie sono ovunque in Superhuman e questo è previsto. Sebbene l’interazione del mouse sia presente, è più un fallback. Come ha sottolineato Nola, puntare e fare clic sulle icone dell’interfaccia utente richiede molto più tempo rispetto al semplice utilizzo delle scorciatoie.

Proveniente da Gmail vanilla, questo richiede un po ‘di apprendimento. Le scorciatoie sono comunque abbastanza intuitive: usi i tasti freccia per navigare tra gli elementi della posta in arrivo. Enter ti fa entrare in una discussione, mentre R ti fa subito rispondere. E segna un thread come “fatto”. Questo lo toglie dalla posta in arrivo di Superhuman, indipendentemente dal fatto che tu abbia risposto o meno – l’idea qui è di separare le conversazioni con cui hai “finito” dai thread su cui devi concentrarti.

Superhuman porta anche l’idea delle scorciatoie fino al livello del testo nelle tue e-mail. L’opzione “Snippet” ti consente di creare frasi modello (ad esempio, “Vorrei ricontattarti”).

Quando scrivi un’email, premi Ctrl +; (punto e virgola) e otterrai un elenco di questi frammenti da aggiungere immediatamente, risparmiando tempo.

Finora, così leggermente interessante. È quando premi Ctrl + K che Superhuman entra in gioco. Questa combinazione di tasti fa apparire il “centro di comando”, con una serie di funzioni. Ma la cosa più interessante è che ti consente di digitare manualmente i comandi che Superhuman analizza utilizzando l’elaborazione del linguaggio naturale (PNL). Se desideri impostare un promemoria su un particolare messaggio, ad esempio, puoi digitare qualcosa come “ricordami domani mattina” e l’app si occuperà del resto.

Con Superhuman che pone così tanta enfasi sul filtraggio dello spam, è una buona idea capire come viene gestito in-app. Ci sono due livelli di funzionalità qui. Superhuman è basato su Gmail, quindi sfrutta l’algoritmo di filtraggio dello spam di Gmail per iniziare. Ciò significa che i messaggi che Google considera spam non si faranno strada nella tua casella di posta.

Superhuman scopre e fornisce dettagli sul tuo destinatario di posta elettronica: questo può aiutarti quando stai cercando di personalizzare il raggio di marketing a freddo

Dove Superhuman si differenzia è in termini di funzionalità di annullamento dell’iscrizione istantanea. Premendo Ctrl + U su qualsiasi e-mail ti cancellerai automaticamente dall’elenco. Avrai anche un’opzione per cestinare o contrassegnare come completato ogni messaggio di una particolare mailing list.

Questa è un’ottima opzione se lo spam si accumula nella tua casella di posta. Ho molti messaggi non aperti e la maggior parte di questi sono messaggi di spam casuali. Sedermi con Superhuman e usare Ctrl + U mi ha aiutato a sbarazzarmi di migliaia di messaggi di spam in un paio di minuti.

Ne vale la pena … per alcuni utenti

Potrebbe sembrare una forzatura vedere Gmail con scorciatoie per $ 30 al mese, ma questo significherebbe vendere Superhuman short. Il focus “Posta in arrivo zero” pone l’accento sull’eliminazione effettiva del lavoro. Personalmente, mi ha fatto risparmiare circa 15-30 minuti al giorno in cui altrimenti avrei analizzato un volume elevato di messaggi su Gmail. Dal punto di vista della produttività, sono 30 minuti che potrebbero essere spesi altrove e vale sicuramente più del prezzo di $ 30 / mese di Superhuman.

Ne vale la pena per tutti? A meno che tu non sia un imprenditore o in un altro ruolo in cui hai potenzialmente dozzine di e-mail in arrivo al giorno, Superhuman semplicemente non aggiungerà abbastanza valore per giustificare il prezzo richiesto. Si tratta di triage in una situazione in cui ci sono troppe email. Se ricevi uno o due messaggi al giorno, la tua casella di posta Gmail standard continuerà a funzionare bene.

Cosa significa questo per Superhuman?

Superhuman offre un’esperienza di posta elettronica migliore e più fluida di Gmail. Non ci sono dubbi al riguardo. Ma in termini di valore, è difficile vederlo come un vero concorrente di Gmail o anche di altri client di posta, come stanno le cose adesso. Per la maggior parte degli utenti, Superhuman non offre funzionalità sufficienti per giustificare il prezzo richiesto.

Come appare la concorrenza

Questo potrebbe sembrare ovvio, ma la vera concorrenza qui proviene da Gmail, la piattaforma Superhuman’s costruita su di essa, e Microsoft Outlook . Altre app “sostitutive della posta in arrivo”, come June , Newton Mail e la posta in arrivo di Google sono andate e venute senza rimanere rilevanti a lungo termine.

Alcuni di questi offrono un’esperienza di posta elettronica radicalmente nuova, anche rispetto a Superhuman. Ad esempio, Spike trasforma i tuoi thread di posta elettronica in un’interfaccia di messaggistica istantanea simile a Slack. June.ai, d’altra parte, divide la tua casella di posta in comunicazione da persona a persona e messaggistica aziendale. Contro un intero cimitero di client di posta elettronica gestiti anche da client di posta elettronica, Superhuman ha ciò che serve per avere successo?

Gli investitori sembrano pensarla così. Superhuman ha attualmente un valore di quasi $ 300 milioni e c’è una buona ragione per tutto l’interesse del capitale di rischio: molte delle cose che fa, da quei tasti di scelta rapida superpotenti all’elaborazione della PNL rappresentano il futuro di come saranno i client di posta “normali” in 3- 5 anni. Google stesso probabilmente raddoppierà le interazioni basate sull’intelligenza artificiale nella posta in arrivo e non saremmo sorpresi di vedere aggiornamenti iterativi di Gmail che avvicinano la velocità e le capacità dell’interfaccia utente a ciò che Superhuman offre in questo momento.

E anche se è certamente esclusivo nel qui e ora, ci aspettiamo di vedere Superhuman rivolgersi a un pubblico più ampio negli anni a venire. L’app offre già una tariffa scontata per insegnanti e studenti. La prima cosa che probabilmente andrà dietro a tutti quei finanziamenti VC? Quel prezzo di abbonamento di $ 30. Ma non è tutto: mentre altri client di posta potenziano le loro capacità, Superhuman dovrà stare qualche passo avanti per giustificare i suoi prezzi e l’esistenza. Ma se continua a crescere, Superhuman potrebbe probabilmente trovarsi una nicchia a lungo termine come versione beta permanente dell’email.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *